Edizione 2016


Tucogiò – festival dei giochi inventati, rielaborati e riscoperti quest’anno raggiunge il traguardo della X edizione, portando con sè iniziative ormai conosciute e molto attese e piccole grandi novità.

 

LE ANTEPRIME

Si inizierà con due anteprime:

  • La rassegna in tre incontri dedicata al tema di quest’anno, IL VALORE DEL GIOCO, e ciascun approfondimento tratterà l’argomento in relazione ad un’età: i primi due anticiperanno Tucogiò e sono “Il valore del gioco e il mondo dei bambini” martedì 13 settembre e “Il valore del gioco e il mondo dei ragazzi” giovedì 15 settembre, mentre il terzo è “Il valore del gioco e il mondo degli adulti” in programma venerdì 23 settembre. Tutti e tre si svolgeranno nella Sala polivalente del Comune di Monastier – Treviso a partire dalle 20.45.

flyer serate valore gioco

  • Piccoli Mercanti in Fiera: ritorna il grande mercato dei bambini, introdotto nel 2010, e si svolgerà sabato 10 settembre dalle 13.00 alle 18.00 in Piazza Lancieri, Monastier – Treviso. Consulta il Regolamento

 

TUCOGIO’ 2016

Il gioco allena a diventare grandi, così come da adulti permette di mantenere uno sguardo fresco, incantato sulla vita e la sua quotidianità. È questo il suo insostituibile valore,
e in occasione della decima edizione Tucogiò lo vuole sottolineare, ancora una volta, con una selezione di giochi tra i più avvincenti ed apprezzati degli anni passati.

Il festival si svolgerà a Monastier (Treviso), dove sabato 17 (dalle 15.00) e domenica 18 (dalle 9.00) settembre 2016 porterà oltre 3 chilometri di giochi e attrazioni.

Organizzato dall’associazione Un Giro in Piazza, che raggruppa persone adulte che tuttavia non hanno perso la voglia e la capacità di giocare, Tucogiò conta su una rete di circa 300 volontari e coinvolge tutti gli abitanti del paese. Nei giorni della manifestazione la partecipazione della comunità è globale: tutti si sentano coinvolti e offrono un aiuto, anche solo abbellendo la propria casa con palloncini o portando il caffè alla mattina agli espositori. Da questa partecipazione globale è nata ad esempio La Via dei Palloncini (pochi ricordano ormai che il vero nome è via Piovesan), che in occasione della manifestazione ogni anno viene decorata con centinaia di palloncini colorati.

Introdotto con cadenza annuale nel 2008, nelle ultime edizioni ha registrato oltre 10 mila visitatori, provenienti da tutto il Veneto e non solo.

Le novità di quest’anno

Per la X edizione arriveranno entusiasmanti novità, a cominciare dalla riproposizione dei giochi che abbiamo amato di più negli anni passati: torneranno così Salto nel fieno, Campanili, Elettromagnetismo, Go Kart, Contagio e moltissimi altri, per un totale di 24 esilaranti proposte.

Roulotte Ludogiò

Roulotte Ludogiò

Non mancherà lo spazio dedicato ai più piccoli, il Ludogiò, con circa trenta giochi diversi: dai trampoli ai cubi, dal Forza 4 gigante ai tricicli, al disegno con i gessetti sull’asfalto. E, novità 2016, arriverà anche la Roulotte di Ludogiò, che riserverà una sorpresa per tutti i piccoli giocatori.

Inoltre sabato 17 e domenica 18 settembre spazio alla Liberia Volante, il grande baratto dei libri usati, per regalare ad altri bambini le emozioni che i libri letti hanno saputo donarci.

Inoltre quest’anno sarà introdotto un ricco programma di spettacoli proposti da eccezionali artisti di strada e musicisti, che animeranno la serata di sabato a partire dalle 18.00 accompagnandoci in una indimenticabile NOTTE BIANCA, durante la quale non mancherà anche un grande torneo di “scopone scientifico”. I coloratissimi spettacoli di strada torneranno anche domenica a partire dalle 10.30.

 

Ecco gli artisti che potremo ammirare:

MABO BAND
Una surreale avventura con il coinvolgimento del pubblico tra scoppi, risate, palloncini ed abbracci finali sotto la pioggia di enormi Nasi Rossi

NICOLA PESARESI
Un’artista di grandissima esperienza ed innegabile bravura. Ma la scimmietta è vera? Sembra proprio parlare…
GALIRÒ
One-man-band presenta una spettacolo che è già stato proposto in una ventina di nazioni in Europa, America e Asia e ovunque è riuscito a conquistare il pubblico dai più piccini fino ai più grandi!
EROS GONI
Le vere protagoniste sono le bolle di sapone giganti che riempiono lo spazio, avvolgendo lo spettatore in una realtà onirica, evanescente e poetica.
ALTO LIVELLO – PINDARICO
Fiaba o sogno ad occhi aperti? Un vecchio aviatore libero e visionario: ma sta vivendo i ricordi della gioventù o semplicemente le sue fantasie?

EL BECHIN
Uno spettacolo comico itinerante, i suoi personaggi, sono più vivi dei vivi, nonostante siano…scheletri, simpaticissimi scheletri! Del resto lui è un becchino e cosa si può pretendere? Di certo che una risata ci seppellisca, è il caso di dirlo!
PSYCODRUMMERS
Percussionisti industriali – I bidoni sono il loro strumento, ma la loro esibizione è esattamente l’opposto di un bidone.

Tutti-a-casa_MABO-BAND-ALTA  nicola_pesaresi_3  Galirò  erosgoni1  Alto_Livello_Pindarico_Trampoli_5  elbechin2

Saranno inoltre presenti anche quest’anno con la loro energia e mille colori gli SBANDIERATORI DI CROCE.

Non mancherà nemmeno la musica, con K4, un quartetto che proporrà un ricco repertorio pop – folk – rock, e Wickers Trio, che riproporrà brani classici della tradizione folk americana. Una curiosità: Elisa Meo, voce e mandolino del Wickers Trio, è stata tra i concorrenti di The Voice of Italy, in onda la scorsa primavera su Rai 2.

Accanto al percorso giochi e agli spettacoli, come ogni anno non mancheranno gli ESPOSITORI, con tante idee divertenti e sempre originali: saranno oltre 60!

E ancora la Biblioteca volante durante le due giornate di Tucogiò, per scambiare i propri libri con nuove avvincenti storie.

Infine, per riprendere le forze (giocare stanca!), saranno presenti un punto gastronomico, quattro aree ristoro (ognuna con le proprie specialità) e un’area pic nic, e per chi arriverà da più lontano, sarà allestita anche un’apposita area camper.

Chi raggiungerà il festival in auto, potrà usufruire dei seguenti parcheggi: piazzale della Casa di cura, parcheggio Banca BCC, piazza Pertini, park del supermercato Crai e, per chi arriva dal Sandonatese, via Pellegrini sarà chiusa al traffico ed è destinata nei lati per il parcheggio.

 

 

SCARICA QUI IL PROGRAMMA COMPLETO:

Depliant_Tucogio_2016_03_web

 

—————————————————-

EDIZIONE 2015

LE ANTEPRIME

L’appuntamento con Tucogiò, il festival dei giochi inventati, rielaborati e riscoperti che dal 2008 si svolge ogni anno a Monastier – Treviso è anticipato da ben tre anteprime durante la giornata di domenica 20 settembre al Parco comunale di Monastier (via Einaudi). Si tratta della ormai celebre TucoRun, corsa non competitiva attraverso le terre dell’Abbazia, di Piccoli Mercanti in Fiera, il mercato dei ragazzi, e, novità di quest’anno, di TucoKayak, competizione a tempo a bordo dei kayak sul fiume Meolo.

Si inizia con TucoRun, alla quarta edizione: per i piccoli e grandi maratoneti il ritrovo è alle 8.00 al Parco comunale di Monastier, dove sarà possibile anche “caricarsi” con caffè e brioche, quindi la partenza è fissata alle 9.00. Le iscrizioni avvengono subito prima e si potrà optare per il percorso di 11 chilometri (adulti), per quello di 5 (ragazzi under 14) o per quello “baby” da 2,5, tutti e tre su terreno per la quasi totalità sterrato (percorso adatto anche a Gruppi di cammino e Nordic Walking). Sono assicurati i servizi di custodia sacche e doccia all’arrivo.

I primi tre classificati per ciascuna categoria (uomini, donne, ragazzi under 14 e bambini) ricevono un riconoscimento, così come il gruppo più numeroso.

Alle 9.00, sempre al Parco comunale, inizia anche la nuovissima TucoKayak, all’esordio quest’anno. Le gare a tempo a bordo dei kayak (forniti dall’organizzazione assieme ai salvagenti, obbligatori) sul fiume Meolo si susseguono per tutta la giornata. Le categorie saranno maschile e femminile maggiori di 14 anni e maschile e femminile 10 – 13 anni: al vincitore di ciascuna di esse è riservato un premio.

Dalle 11 alle 18, infine, sempre nella cornice del Parco comunale, si svolge il tanto amato Piccoli Mercanti in Fiera. Introdotto all’interno del programma di Tucogiò nel 2010, inizialmente il mercato dei piccoli si svolgeva durante il festival, il sabato pomeriggio. Tuttavia, cresciuta di importanza e aumentata notevolmente la partecipazione, nel 2012 Piccoli Mercanti in Fiera è divenuta un’iniziativa a se stante, che ogni anno anticipa di una settimana Tucogiò.

tucorun 2015                            locandina tucokayak

 

GLI INCONTRI SERALI

Ancora due anteprime per la VII edizione di Tucogiò, il festival dei giochi inventati, rielaborati e riscoperti che dal 2008 si svolge ogni anno a Monastier – Treviso: si tratta di due appuntamenti dedicati agli adulti, che riprendono il tema che ispira la manifestazione quest’anno, “Apriamo un libro e giochiamo con la fantasia”. Dedicati a due grandi scrittrici Premio Nobel, il primo si svolge martedì 22 settembre alle 20.45 al Centro polivalente di Monastier (piazza Marconi) ed è dedicato alla scrittrice britannica Doris Lessing (Kermanshah, 22 ottobre 1919 – Londra, 17 novembre 2013), mentre il secondo, venerdì 25 settembre (stessi luogo e orario), è incentrato sulla figura e le opere dell’autrice canadese Alice Munro (Wingham, 10 luglio 1931). Entrambi gli incontri sono condotte da Sandra Coluccia. Il breve viaggio alla scoperta delle due grandi scrittrici, insignite del Premio Nobel, si sviluppa tra parole, immagini e musica.

locandina Lessing 22 09           locandina Munro 25 09

 

TUCOGIO’ 2015

Torna anche quest’anno Tucogiò, il festival dei giochi inventati, rielaborati e riscoperti, uno dei principali appuntamenti nazionali dedicati alla promozione dell’attività ludica: si svolgerà a Monastier (Treviso), dove sabato 26 (dalle 14.30) e domenica 27 (dalle 9.00) settembre 2015 porterà oltre 3 chilometri di giochi e attrazioni.

Organizzato dall’associazione Un Giro in Piazza, che raggruppa persone adulte che tuttavia non hanno perso la voglia e la capacità di giocare, Tucogiò conta su una rete di circa 300 volontari e coinvolge tutti gli abitanti del paese. Nei giorni della manifestazione la partecipazione della comunità è globale: tutti si sentano coinvolti e offrono un aiuto, anche solo abbellendo la propria casa con palloncini o portando il caffè alla mattina agli espositori. Da questa partecipazione globale è nata ad esempio La Via dei Palloncini (pochi ricordano ormai che il vero nome è via Piovesan), che in occasione della manifestazione ogni anno viene decorata con centinaia di palloncini colorati.

Introdotto con cadenza annuale nel 2008, nelle ultime edizioni ha registrato oltre 10 mila visitatori, provenienti da tutto il Veneto e non solo.

Il percorso del festival, ispirato quest’anno al tema “Apriamo un libro e giochiamo con la fantasia” sarà costellato di giochi artigianali, la maggior parte dei quali inediti, realizzati dai volontari con creatività e fantasia, ma anche da una cinquantina di espositori, punti di ristoro, spettacoli musicali, letture animate, un’area picnic, una nursery ed una zona tranquilla per il riposo dei più piccoli.

Quest’anno il tema scelto è “Apriamo un libro e giochiamo con la fantasia” e attorno ad esso sono stati ideati oltre 20 giochi. Tra le novità ci saranno tra gli altri “Il labirinto”, “Ho un libro in testa” e “Contagio”, mentre torneranno gli ever green “Salto nel granaio” e “Disegno gigante”, realizzato da mille e più manine dei bambini che parteciperanno.

Non mancherà lo spazio dedicato ai più piccoli, il Ludogiò, con circa trenta giochi diversi: dai trampoli ai cubi, dal Forza 4 gigante ai tricicli, al disegno con i gessetti sull’asfalto.

Inoltre sabato 26 e domenica 27 settembre spazio alla Liberia Volante, il grande baratto dei libri usati, per regalare ad altri bambini le emozioni che i libri letti hanno saputo donarci. La raccolta dei volumi è in corso, chi volesse contribuire può consegnare i propri alla biblioteca comunale o all’edicola Da Masarin a Monastier.

Da segnalare poi domenica 27 alle 10.00 l’inaugurazione mostra “Streghe e Maranteghe” al Municipio di Monastier, realizzata in collaborazione con la Mostra internazionale dell’illustrazione per l’infanzia di Sarmede, dalla quale provengono le 27 tavole esposte, opera dagli illustratori che hanno frequentato un corso avanzato della Scuola internazionale d’illustrazione per l’infanzia di Sarmede nel 2013 (il percorso è sfociato anche in un libro, “Streghe e maranteghe. Dalle Alpi alla laguna”, scritto dalla giornalista Laura Simeoni e pubblicato da Dario De Bastiani Editore nel 2013).

Sempre sabato 26 e domenica 27 sarà allestita la mostra fotografica “Cos’è un libro”, a cura del gruppo fotografico Tucogiò. Non mancheranno momenti musicali: saranno dedicati due palchi alla Scuola di musica Tartini, che eseguirà alcuni abbrevi con piano a coda in una postazione e con strumenti differenti nell’altra.

Per riprendere le forze (giocare stanca!), saranno presenti quattro punti ristoro e un’area pic nic, e per chi arriverà da più lontano, sarà allestita anche un’apposita area camper.

Per chi raggiungerà il festival in auto, saranno disponibili i seguenti parcheggi: piazzale della Casa di cura, parcheggio Banca BCC, piazza Pertini, park del supermercato Crai e, per chi arriva dal Sandonatese, via Pellegrini sarà chiusa al traffico ed è destinata nei lati per il parcheggio.

piegh tucogiò fronte                  piegh tucogiò retro

 

PARCHEGGI

parcheggi e viabilità